Una filiera del farmaco trasparente e sicura grazie al robot

Socio sanitario | Somministrazione sicura del farmaco
S.O.S. Onlus Cooperativa Operatori Socio Sanitari
Bolzano

L'esigenza del cliente

La Cooperativa S.O.S. ha deciso di avviare il progetto di somministrazione sicura del farmaco per garantire sicurezza agli assistiti ed essere nel contempo più competitiva nei bandi di gara ai quali partecipa per offrire assistenza socio sanitaria e infermieristica.

Non erano mai stati rilevati errori nella preparazione e somministrazione della terapia, ma l’attività coinvolgeva più infermieri, a volte interrotti nel corso di questo lavoro che richiede la massima concentrazione. 

Inoltre poteva succedere che i farmaci prescritti e quelli forniti dalla farmacia avessero nomi diversi, bisognava quindi conoscerne il principio attivo per prepararli correttamente. 

La nostra risposta

Per efficientare la preparazione e somministrazione della terapia, rendendo sicura l’intera filiera del farmaco, CBA ha proposto l’introduzione di un software per la prescrizione, questo comunica con l’armadio robotizzato che prepara le bustine monodose e il lettore Vizen che confronta il contenuto di ogni bustina con la prescrizione, registrando l’immagine. Insieme agli esperti CBA, S.O.S. Onlus ha predisposto un piano di lavoro per la preparazione delle terapie di due strutture, per un totale di 260 ospiti.

I miglioramenti lavorativi sono stati immediatamente evidenti, a partire dall’uniformità nella prescrizioneIl cliente ha avvertito come agevole il cambiamento organizzativo introdotto dall’automazione e il primo vantaggio è stato il poter dedicare solo una persona, per poche ore alla settimana, alla preparazione della terapia. 

Il personale ha poi testimoniato una maggior serenità lavorativa perché il sistema garantisce l’impossibilità di commettere errori assicura la totale trasparenzagrazie alla registrazione di tutte le operazioni e delle informazioni relative ai farmaci, come lotto e data di scadenza. 

Perché abbiamo scelto CBA?

"Il supporto del macchinario è stato indispensabile soprattutto nel corso della pandemia Covid, che ha colpito duramente la struttura nella seconda ondata: la macchina in quei giorni veniva messa in funzione la notte sgravando il personale da questa incombenza. "

Istvan Nagy,
Consigliere
S.O.S. Onlus Cooperativa Operatori Socio Sanitari

260 posti letto in RSA