10Ottobre 2022

Pierluigi Badon

Infermiere, Msn in bioetica

Comprendere e gestire il dolore: riflessioni culturali sul significato del dolore e della sofferenza

Area Sanitaria
Orario

Orario

10.00 - 12.00

Webinar

Modalità

Online webinar

Crediti ECM

Crediti ECM

2

Il dolore continua a essere uno dei temi fondamentali della medicina e dell’infermieristica, poiché coinvolge la persona dal punto di vista fisico ed esistenziale. La medicina antica ha inquadrato il dolore nello schema cosmologico ippocratico, combattendolo spesso solo con palliativi, come del resto avveniva nel medioevo. L’epoca moderna si trova sotto l’insegna della divisione cartesiana di corpo e anima e si disinteressa degli altri aspetti del dolore. I progressi resi possibili dall’anestesia, hanno trasformato le tecniche per lenire il dolore e attualmente si dispone di un gran numero di teorie e terapie in proposito, con una ripresa dell’attenzione per gli aspetti sociopsicologici, filosofici e antropologici.

Ma è possibile annullare il dolore? Popoli di differenti culture hanno sviluppato linguaggi differenti per esprimere il dolore e per interrogarsi sul suo senso; una ricerca di senso che va al di là del rapporto tra medico e paziente e coinvolge anche l’aspetto sociale, se non altro per l’isolamento cui costringe.

È noto che il dolore è un fenomeno altamente complesso che coinvolge gli aspetti biologici, culturali, psicologici e sociali dei pazienti e degli stessi operatori sanitari che quotidianamente si occupano di assistenza. Il dolore impone alla medicina un nuovo paradigma: da una medicina del corpo a una medicina centrata sull’identità di colui che viene assistito, in cui sono presi in considerazione il legame con la società, la cultura, il vissuto e gli aspetti affettivi da cui proviene l’individuo, i quali non solo determinano la soglia di percezione, ma soprattutto la risposta adattiva (coping) di quella persona e solo di quella, per il sollievo dal suo dolore.

Le conoscenze umanistiche permettono un approccio assistenziale olistico e rispettoso di tutte le dimensioni umane, poiché gli operatori sanitari devono riconoscere le credenze culturali del paziente e non imporre il loro giudizio; gestire adeguatamente il dolore è un “dovere” da parte di chi si prende cura del malato (humanum sedare dolorem).

Il corso affronta gli aspetti chiave dell’esperienza del dolore, esplorando gli aspetti culturali e le credenze personali del paziente.

Destinatari

Medici, infermieri e OSS

Obiettivi

Il corso intende fornire strumenti per migliorare l’approccio terapeutico e assistenziale alla persona con dolore. Al termine del corso il partecipante sarà in grado di:

  • descrivere i cambiamenti culturali di assegnazione di significato al dolore nella storia;
  • comprendere il significato di “cultura della guarigione” – e delle dimensioni culturali della persona assistita;
  • descrivere il ciclo dolore – sofferenza;
  • descrivere il concetto di “compatire” – farsi carico del dolore e della sofferenza della persona assistita.

Contenuti

  • L’approccio alla persona con dolore: una lettura antropologica e sociale
  • La valenza conoscitiva del dolore: il bisogno di fornire un significato al dolore
  • La valenza pragmatica del dolore: significato nel presente dell’esperienza
  • Da un modello neurologico/materialista ad un modello biopsicosociale
  • La dimensione etica nell’azione di cura e assistenza alla persona con dolore

In caso di impossibilità a partecipare al corso, ti chiediamo di dare disdetta via email a formazione@cba.it almeno 48 ore prima dell’inizio della lezione, in caso contrario verrà emessa fattura.

Costo 40 Euro + IVA

Bonifico bancario vista fattura a favore di CBA Informatica

Per ulteriori informazioni

Contattaci al numero 0464 491600 interno #218 oppure per email formazione@cba.it

Iscriviti ora

Pierluigi Badon

Infermiere, Msn in bioetica

Professore a contratto di infermieristica clinica, tutor CLI
Direzione delle professioni sanitarie, Azienda Ospedale, Università di Padova